Svizzera

Cresce il reddito disponibile

DSC_0004Dal 2006 le economie domestiche svizzere hanno conosciuto un aumento medio di 650 franchi al mese

Famiglie più “ricche” in Svizzera. Nel 2011 il reddito disponibile medio ammontava a 6.750 franchi al mese, ossia il 10.6% in più rispetto a cinque anni fa. Tuttavia è stato registrato un calo di 75 franchi rispetto al 2010, la prima diminuzione nel periodo preso in considerazione. L’aumento è stato registrato tra le principali tipologie di economie domestiche appartenenti a tutte le classi reddituali. La forbice del reddito non si è aperta notevolmente: i ricchi diventano più ricchi, ma i poveri viceversa non sono diventati più poveri. È quanto emerge dai risultati dell’indagine sul budget delle economie dome­stiche pubblicati dall’Ufficio federale di statistica.

Il reddito disponibile delle economie domestiche è costituito dal reddito lordo, tolte le spese obbligatorie. Nel 2006 il reddito disponibile medio in una famiglia con la media di 2.23 persone ammontava a 6.100 franchi.  L’aumento di 650 franchi (+10.6%) significa un aumento reale del 7%, poiché il rincaro nello stesso periodo è stato del 3.6%. L’utilizzo del reddito disponibile è in primo luogo per il consumo di beni e servizi. Il 15.4% del budget domestico è destinato alle spese per l’abitazione e l’energia ed equivale a 1475 franchi. Tra le spese obbligatorie ci sono le imposte (11.9%), i contributi alle assicurazioni sociali, come l’AVS (10%) e i premi per la cassa malati (5,8%). In totale le spese ammontano a 2.855 franchi pari al 29.7% del reddito lordo. Sottratte anche le spese per trasporti, tempo libero, svago e cultura, alimentari e bevande analco­liche, ristoranti e pernotta­menti e premi per le altre assicurazioni (30.2%) i rimanenti 1.210 franchi (12.6%) sono destinati al risparmio.

L’evoluzione ha riguardato tutte le classi redittuali, anche se sono emerse delle differenze.  Tra le famiglie con figli appartenenti alla classe reddituale più bassa, l’aumento è stato del 9% (da 4030 a 4390 franchi).  A queste economie domestiche però in media non rimaneva da parte nulla, poiché avevano speso più di quanto avevano guadagnato. Tra le famiglie con figli appartenenti alla classe reddituale più alta, l’incremento è stato dell’8%, passando da un reddito mensile di 13.250 a 14.350 franchi al mese. La risorsa principale del budget delle economie domestiche è il reddito da lavoro. Con circa 7270 franchi al mese, rappresenta il 75,7% del reddito lordo. La seconda fonte di guadagno sono le rendite e le prestazioni sociali con il 19.3%. I redditi patrimoniali, con il 3.65% in media, hanno un ruolo marginale nelle economie domestiche.

Articolo precedente

Il plurilinguismo dei nostri ragazzi e la mercificazione delle certificazioni

Prossimo articolo

Votazioni federali – Nessuna sorpresa dai sondaggi

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *