Svizzera

Lotta contro la tifoseria violenta

Collaborazione più intensa tra gli attori impegnati nella lotta contro la violenza in occasione di manifestazioni sportive

La piattaforma di coordinazione polizia-sport (PCPS) introduce un nuovo strumento di analisi della violenza in occasione di manifestazioni sportive. La collaborazione tra i partner, quali i rapporti delle autorità di polizia, delle FFS, della Swiss Football League (SFL) e della Swiss Ice Hockey Federation (SIHF), poggia sui tre pilastri della sicurezza fisica, della sicurezza pubblica e dei servizi ed è dunque in linea con la nuova Convenzione del Consiglio d’Europa contro la violenza in occasione di manifestazioni sportive, approvata dal Consiglio federale a fine giugno. Tale nuovo strumento mette in evidenza gli sforzi profusi da tutti gli attori coinvolti per ridurre la violenza durante le manifestazioni sportive.

In futuro, la piattaforma di coordinazione polizia-sport (PCPS) analizzerà due volte all’anno gli incontri disputati nelle leghe superiori di calcio e di hockey su ghiaccio all’interno di un resoconto consolidato. Quest’ultimo sarà incentrato sulla valutazione degli atti violenti correlati con le singole manifestazioni sportive. La valutazione riguarderà inoltre anche i tragitti da e verso gli stadi nonché la situazione al di fuori di questi ultimi, dato che gli episodi di tifoseria violenta non concernono soltanto gli stadi ma si manifestano sempre più anche nei luoghi pubblici.

Questo resoconto dettagliato ha lo scopo di consentire un migliore scambio di informazioni tra i singoli partner, ma consentirà anche di uniformare i processi di prevenzione e di lotta contro la violenza in occasione di manifestazioni sportive. Il resoconto servirà in particolare come base di analisi per elaborare a lungo termine misure adeguate. Esso si fonda sui tre pilastri della sicurezza fisica, della sicurezza pubblica e dei servizi, conferendo in tal modo alla prevenzione un ruolo sempre più di primo piano. Tale approccio integrato è in linea con la nuova Convenzione del Consiglio d’Europa contro la violenza in occasione di manifestazioni sportive. La Svizzera adotta già da tempo l’approccio previsto dalla nuova Convenzione.

Il resoconto sarà allestito sotto la direzione della PCPS in collaborazione con il settore Tifoseria violenta, collocato in seno a fedpol, che si occuperà di far confluire i rapporti elaborati dai settori specializzati in materia di tifoseria violenta dei corpi di polizia svizzeri, dalle FFS (inclusa la polizia dei trasporti), dalla SFL e dalla SIHF. In tal modo, il resoconto potrà poggiare su basi più ampie e fornire una panoramica completa della situazione. Il resoconto, gestito da fedpol all’interno di un’applicazione IT, sostituisce l’attuale elenco degli eventi allestito da fedpol e pubblicato annualmente dalla Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (CDDGP). L’elenco includeva soltanto le manifestazioni in cui si erano verificati degli scontri e forniva unicamente una valutazione della polizia.

La PCPS è stata istituita nel 2016 come organo della Conferenza dei comandanti delle polizie cantonali della Svizzera (CCPCS). Essa persegue lo scopo di individuare un approccio comune volto a ridurre la violenza in occasione di manifestazioni sportive e a diminuire a lungo termine i costi sostenuti per la sicurezza e la polizia. Il quadro della situazione nazionale sullo sport rappresenta una tappa fondamentale in questa direzione.

[email protected]

Articolo precedente

Platzmangel in Frauenhäusern

Prossimo articolo

L’Inghilterra non stecca contro la Svezia

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *