Esteri

Seoul, stop ai diesel

Il ri-eletto sindaco di Seoul, Park Won-soon, vieterà l’ingresso alle vecchie auto diesel nel centro urbano della capitale asiatica. Il primo cittadino sud coreano ha portato avanti con successo una campagna elettorale ecologista anticipando una politica a favore dei proprietari di veicoli a basse emissioni.

I motori buoni e cattivi

Il neo-sindaco di Seoul ha classificato i veicoli in cinque gruppi in base alle emissioni. Secondo il piano di Park, i veicoli di livello 4 e 5 (quelli più nocivi per l’ambiente) saranno gradualmente banditi, riducendo in definitiva i tassi di inquinamento. Nello stesso momento verranno concessi più incentivi ai mezzi “puliti” (appartenenti alle classi 1, 2 e 3).

Secondo i dati pubblicati dal Ministero dell’Ambiente sud coreano, la quantità media di polveri fini a Seoul era attestata intorno ai 41 microgrammi per metro cubo nel 2012 ed è salita fino a 48 nel 2016. In termini di mobilità futura, il partito di governo ha promesso – entro il 2020 – di realizzare le infrastrutture necessarie per sviluppare i veicoli elettrici e quelli a guida autonoma. Nel dettaglio, intende creare una rete di ricarica avanzata a livello nazionale, iniziando anche a condurre test delle vetture driverless sulle strade pubbliche.

askanews

Articolo precedente

Italia quinta meta turistica al mondo, Sud 'sottovalutato'

Prossimo articolo

Dipendenza da sesso riconosciuta come disordine mentale

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *