Moda

Torna in auge il cestino di vimini

Reso celebre da Jane Birkin assume lo status di it bag ufficiale per questa stagione

Tanto ricercati che sono già esauriti: ebbene sì, acquistare una delle it bag del momento, ovvero il cestino di 

vimini reso famoso da Jane Birkin, è ormai un’impresa, ed è probabilmente proprio questa circostanza ad averlo fatto diventare uno degli oggetti più desiderati del momento.

Tanto da essere diventato un business per un sito portoghese che ha una lunga lista di prenotazioni da parte di clienti impazienti di poter sfoggiare il loro modello di cestino di vimini in giro per le strade della città come la bella Jane negli anni sessanta; anche Zara, la famosa catena di abbigliamento ed accessori, ha esaurito le scorte della ricercata it bag del momento, perfetta da indossare con jeans a zampa e T-shirt come nella famosa foto di apertura dell’archivio di Getty Images che ritrae Jane a Londra nel maggio del 1966.

Il modello che va per la maggiore, realizzato artigianalmente, è proposto in due formati, quello mignon e quello medio, con un coperchietto per custodire il necessaire.

Si narra che la bella Jane abbia comprato il suo cestino di vimini realizzato a mano, il Birkin Basket che sarebbe divenuto un’icona, non in giro per il mondo né tantomeno in una boutique, ma durante la classica promenade della domenica in Portobello road, per sole 5 sterline: un acquisto destinato a segnare la sua immagine e definire il suo stile negli anni a venire. Insieme a jeans e t-shirt diventa infatti la sua uniforme, quasi la sua copertina di Linus alla quale non rinunciare mai, neanche nelle occasioni più importanti: è ormai storica, ad esempio, una sua fotografia del 1974 che la ritrae sul red carpet del Festival del Cinema di Cannes fasciata in un abito tempestato di paillettes, con collants velati e sandali argentati, ma con il suo cestello country tra le mani. Il mito della ‘basket bag’ tramontò negli anni Ottanta, ridotto letteralmente a brandelli dalla retromarcia della macchina del compagno della Birkin che, pare, non volesse che la bella Jane fosse identificata con un oggetto. La stessa artista ha raccontato l’accaduto in un intervista ad Harper’s Bazaar, dichiarando che quel look finì sotto le ruote dell’auto del compagno Jacques Doillon che “ha investito di proposito quel mio oggetto feticcio: diceva sempre ‘è terribile che tu possa essere riconosciuta per un oggetto che indossi’”. L’allure della basket bag ha però travalicato tempi e luoghi, tanto da riaffermarsi quest’anno come imperativo di stile, confermandosi un accessorio passe-partout dallo charme senza tempo. Qualche consiglio? La it-bag dell’anno si può indossare con tutto, tanto in città, quanto al mare o in vacanza; va però per la maggiore l’abbinamento con camicioni dal taglio maschile, lunghi oltre il ginocchio, da indossare con sandali mules o slider.

[email protected]

Articolo precedente

Moscovici: "Sui migranti serve risposta europea"

Prossimo articolo

L’Inghilterra mette al bando le salviettine umidificate

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *