Moda

Il look da clima pazzerello

Con i termometri che salgono e scendono senza regole scegliere l’outfit giusto è difficile ma non impossibile

Le nostre nonne li chiamavano gli indumenti di ‘mezza stagione’, indicando tutti quei capi da indossare quando faceva già freddo (o caldo) ma non troppo; quando, insomma, le temperature instabili, o anche semplicemente miti perché ad inizio o fine stagione, rendevano complicato vestirsi senza sbagliare. Primavera e autunno saranno sì stagioni, ma di certo anche imprevedibili con un clima che genera spesso l’ansia tipica di chi non sa cosa indossare.

Ed ecco allora un tripudio di giacchettine leggere, maglie di cotone leggero a mezze maniche, camiciole leggere e quasi impalpabili che annunciano e anticipano, salvo imprevisti, la stagione che verrà. Già, salvo imprevisti…i tipici imprevisti primaverili o autunnali che spesso ci colgono di sorpresa poco vestiti sotto un acquazzone improvviso o troppo vestiti sotto un sole inaspettato.

Eppure, per non lasciarsi sorprendere dai capricci del meteo, basta davvero poco: studiare con qualche attenzione in più il proprio outfit scegliendo capi ed accessori adatti permette di poter affrontare adeguatamente ogni temperatura, anche con i tipici ed improvvisi sbalzi che spesso in questi periodi si alternano nell’arco della stessa giornata.

Per non correre il rischio di (s)coprirsi troppo in attesa del definitivo cambio di stagione basterà munirsi di alcuni indispensabili capi chiave, a cominciare dai blazer che, senza togliere eleganza alla mise, permettono di passare dalla semplice camicia leggera o dalla meno impegnativa magliettina a maniche corte ad un abbigliamento meno leggero e più protettivo: insomma il tipico abbigliamento a cipolla che permette di adattarsi a diverse temperature senza dover necessariamente ricorrere ad un cambio d’abito.

Il blazer è poi perfetto per ogni occasione: dalle passeggiate informali con le amiche, abbinato a jeans e maglietta, alle mise più eleganti per l’ufficio, in questo caso portato con pantaloni e camicia; perfetto anche per le serate più impegnative, da portare con un classico tubino nel caso in cui l’arietta dovesse diventare inaspettatamente frizzantina. Utile allo stesso scopo anche il trench, che oltre a riparare dagli improvvisi sbalzi di temperatura come il blazer, diventa indispensabile per uscire indenni dai tipici acquazzoni primaverili o autunnali. Non per niente è stato definito il ‘re della mezza stagione’. Perfetto da abbinare ad un paio di jeans stretti e sneakers bianche, ma anche con pantaloni a zampa e stivaletti. Il tempo incerto rende perfetti anche i classici maglioncini leggeri dallo scollo a V, che coprono ma non troppo, tenendo al caldo senza soffocare. Facili da abbinare e adatti ad ogni look, sono indispensabili per questi periodi dell’anno contraddistinti da temperature ballerine; perfetti da abbinare, in caso di improvvise temperature più basse del previsto, ai foulard di seta (che consentiranno di proteggere la gola e di non raffreddarsi), nel caso opposto, permettono grazie alla loro scollatura di non sudare troppo in occasione di giornate inaspettatamente calde.

Tornando ai foulard raccomandiamo di non sottovalutare il tocco di classe che conferiscono ad ogni look, da quello più classico a quello meno impegnativo: insomma un accessorio spesso sottovalutato ma decisamente strategico. Per completare il perfetto outfit da mezza stagione indispensabili poi altri due accessori: la maxi bag, che consentirà di tenere a portata di mano foulard e cardigan (per quando il termometro farà registrare improvvisi rialzi di temperatura) ma anche uno di quei simpatici mini ombrellini indispensabili nel caso di dispettose pioggerelline.

[email protected]

foto: Pinterest

Articolo precedente

La molecola della solitudine

Prossimo articolo

Più italiani in vacanza

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *