Moda

T-shirt sì, ma con il logo!

La classica maglietta bianca lascia il posto al ritorno della logomania

Sono loro il vero fashion statement della Primavera Estate 2018, le t-shirt stampate o, per meglio dire, quelle logate, stile anni Ottanta e Novanta, quando la logomania e lo street wear rappresentavano un’icona indiscussa. Come già anticipato praticamente da tutte le maggiori sfilate, si va incontro ad una stagione caratterizzata da cicli e ricicli che tornano a riproporre una tendenza che punta tutto sulle classiche magliette, preferibilmente bianche sì, ma logate, con marchio a vista, in sintonia con la logomania generale che ha invaso passerelle e collezioni.

Così la classica maglietta bianca, casual per sua natura, si trasforma in capo ancora più cool grazie a loghi, scritte, graffiti e immagini vintage ben stampate e visibili, diventando un capo unico adatto ad ogni occasione, regalando un look sbarazzino per quelle più informali e sdrammatizzando un look da sera con nonchalance e un pizzico di ironia.

Quasi una questione di ‘dichiarata appartenenza’ cui diventa difficile sottrarsi se sivuole essere trendy e seguire i dettami della moda che declinano la nuova tendenza in diverse e numerose proposte. A partire da quelle di Balenciaga, che presenta t-shirt con semplici logo letterin

g minimali in nuances decisamente chiare, fino a quelle dal ‘sapore antico’ di Versace che rievocano loghi storici a rimarcare il successo di una prestigiosa eredità.

Altre proposte quelle di Aalto, con maglie effetto fake logo che fanno il verso a monogram sportivi, e quelle di Aquilano Rimondi che giocano con strani lettering in codice. Coinvolti anche il mondo del cinema e della

tv, conle t-shirt viste alle sfilate di Louis Vuitton, dove Nicolas Ghesquière ha indossato la T-shirt Stranger Thi

ngs sopra la blusa aristo chic. Stessa tendenza cinematografica per Miu Miu e la sua Women’s Tales t-shirt edition con ben quindici differenti proposte, ognuna dedicata alle 15 esperienze cinematografiche realizzate: sul davanti del capo sono stampati fotogrammi tratti da ciascun corto, mentre sul retro compaiono i rispettivi crediti, in caratteri molto particolari e diversi per ognuno, a rappresentar

e le protagoniste e le direttrici dei film. Insomma, per la prossima stagione a parlare per noi saranno le nostre magliette; il motto è ‘Qualunque cosa vogliate dire, ditelo con la vostra t-shirt’! Del resto indossarle è facile in qualunque occasione, proprio perché sono un capo basic: perfette con il denim, arricchite con blazer, foulard o bijoux preziosi regalano un look semplice ma dall’effetto ricercato.

La tendenza risale già allo scorso autunno inverno quando le T-shirt e le con maxi scritte, frasi e loghi in bella mostra sono tornate di moda con i grandi marchi, come Gucci, Dior, Alberta Ferretti, Givenchy, Moschino e N.21: già loro hanno infatti proposto sulle passerelle d’alta moda la maglietta logata da abbinare a gonne lunghe e pantaloni palazzo, sdoganando il completo chic con maglietta abbinata e staccando definitivamente il capo dal guardaroba sportivo per renderlo anche chic. Maria Grazia Chiuri, stilista di Dior, e Chanel lo hanno persino proposto in look Haute Couture.

[email protected]

Articolo precedente

Una maggiore protezione dei giovani dal tabagismo

Prossimo articolo

L’obesità brucia le papille gustative

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *