Sport

Vettel favoloso in casa McLaren

Doppio colpo di Sebastian Vettel a Silverstone. Il tedesco della Ferrari vince su un circuito ostico e con Hamilton secondo incrementa il suo vantaggio nel mondiale piloti a 8 punti (171 a 163). Soddisfattissimo Vettel per la meritata “vittoria in casa loro che dà più soddisfazione”. Come previsto è stato un Gp molto movimentato per la competitività di Ferrari e Mercedes ormai allo stesso livello. Silverstone ha chiuso un tris di gare consecutive regalando agli appassionati forti emozioni. Hamilton in pole sbaglia maldestramente la partenza e si fa infilare da Vettel e dal compagno di squadra Bottas. Alla prima curva è stato centrato da Raikkonen, che lo ha mandato fuori pista in testacoda. La gara dell’inglese sembrava compromessa, ma dal diciottesimo posto ha fatto una grandissima rimonta fino al sesto, arrivato però attardato dietro le Ferrari, le Red Bull e Bottas. Per completare la rimonta perfetta, Hamilton, sostenuto dal pubblico di casa, deve sperare nell’aiuto di altri. Al 32° giro arriva la manna dal cielo ed entra la Safety Car che azzera tutti i distacchi e cambia le carte in tavola, quando Vettel stava ipotecando la vittoria. Poi una seconda Safety Car lascia spazio negli ultimi dieci giri a una lotta serratissima e appassionante tra le Mercedes e le Ferrari, mentre perdono terreno le Red Bull superate. Vettel e Raikkonen avevano giustamente montato gomme soft più fresche e costringendo le Frecce d’Argento alla difesa con le gomme medie già consumate. Questo vantaggio permette a Vettel di superare Bottas in testa al 46° giro. Il finlandese va in crisi, cede la seconda posizione a Hamilton e si fa scavalcare anche da Raikkonen, che si prende il podio dopo avere scontato la penalità di 10 secondi inflittagli per l’incidente con Hamilton. Complimenti al finlandese della Ferrari ritornato su buoni livelli al momento opportuno e riscattatosi nel finale dopo una gara all’inseguimento di Verstappen. Con queste prestazioni Raikkonen potrà dare un contributo nella corsa al titolo di Vettel.

L’inglese della Mercedes invece non ha preso bene l’incidente con Raikkonen e a fine gara non gli ha stretto la mano sul podio, polemizzando con la Ferrari per “le tattiche interessanti”. Ci teneva molto a questo Gp l’inglese che non è riuscito però a vincere per la quinta volta consecutiva. Scintille anche tra i due team principal Wolff e Arrivabene. Per Wolff “è seccante quando succedono queste cose di continuo” correggendo il tiro dopo aver parlato di “volontarietà” o “incompetenza” della Ferrari citando l’ex d.t a Maranello, James Allison. Risposta a muso duro di Arrivabene: “Chi è Allisson per giudicare un pilota? A chi dà dell’incompetente?”. Animi surriscaldati che danno inizio al conto alla rovescia del Mondiale 2018 e dopo la vittoria a Silverstone, che dal 2011 (Alonso) mancava alla Ferrari, il vento sembra proprio cambiato. La Ferrari ha dimostrato di essere all’altezza della Mercedes su ogni circuito. Il successo di Vettel è un colpo importante che potrebbe segnare uno spartiacque in questo mondiale. Bravissimo nel finale a restare freddo e calmo nell’attaccare Bottas e venire fuori da una situazione complicata. È sembrato il Vettel dei giorni migliori e con i nuovi sviluppi introdotti sulla vettura dalla Ferrari potrà giocarsela ad armi pari fino alla fine. Prossimo appuntamento il 22 luglio in Germania, casa Mercedes, dove Vettel proverà ad assestare un altro colpo al rivale e al suo morale, scalfito dopo la delusione di Silverstone.

G.S.

foto: Ansa

Articolo precedente

Quelli che il sabato…

Prossimo articolo

La finale inedita Francia-Croazia si giocherà alla pari

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *