Cronaca

Matrimonio: non è mai troppo tardi!

Il matrimonio è un passo importante, per questo bisogna rifletterci bene prima di compierlo, anche se dovessimo attendere qualche anno in più, per esempio fino ai 70 anni! Già perché da quel che risulta dagli ultimi dati Istat diffusi, il numero delle persone che convolano a nozze dopo i 70 anni sono è aumentato del 55,7% in 10 anni. Certo tutto questo aumento è dovuto soprattutto al fatto che di contro è diminuito sensibilmente il dato delle unioni complessive celebrate in questo arco di tempo, ciò significa che in tempi più recenti ci si sposa di meno. Questa crisi del matrimonio però non riguarda la categoria degli over 70 che invece sembra apprezzare la romantica e ufficiale unione. L’arco di tempo preso in considerazione dall’Istat è quello che va dal 2005 al 2015 durante il quale il trend dei riti celebrati si mostra in netto calo registrando un 21% in meno in soli 10 anni e passando dai  247.740 a 194.377 matrimoni celebrati. In questi anni, insieme al calo generale dei riti celebrati, si è registrata un’impennata dei riti che hanno riguardato gli ultra settantenni.

Sono soprattutto le donne ad aver incrementato questo numero, se nel 2005 erano solo 312, 10 anni dopo sono 535 ovvero il 71,5% in più, mentre per quanto riguarda l’uomo si è registrato un incremento leggermente inferiore passando da 1.594 a 2.432 con un incremento del 57,2%. Nulla a che vedere con le cifre che riguardano invece le unioni in generale che hanno avuto solo qualche punto di aumento registrando il 19,6% dei casi nel 2005 e fino al 22% nel 2015

Tendenza inversa per i giovani

Se da un lato gli over 70 convolano a nozze più frequentemente, dall’altro lato, per quel che riguarda i più giovani, si avverte una tendenza opposta, ovvero che negli ultimi 10 anni è stato constatato il “tracollo delle nozze tra giovani”.  Come l’avvocato Gian Ettore Gassani, presidente dell’Ami, l’associazione matrimonialisti italiani, “nel 1970 ci furono 470mila matrimoni mentre nel 2015 ne abbiamo appena superati 200mila. 50 anni fa un ragazzo di 20 si accingeva a fare il ‘grande passo’ già al primo stipendio. Oggi l’età si è elevata di circa 9 anni: le donne mediamente si sposano a 31 anni, gli uomini a 33”. Sempre che ci arrivino davanti all’altare a quell’età, dal momento che alloggi proibitivi e lavoro precario, ricorda Gassani, “sono tra le principali cause che frenano i matrimoni tra giovani”.

[email protected]

Articolo precedente

STOMP a Zurigo

Prossimo articolo

Da Sanremo a… Sanremo Young

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *