Sport

Scudetto: la Juventus alza l’asticella

Il campionato di calcio di Seria A inizierà il 19 agosto con il calciomercato che chiuderà prima dell’inizio ufficiale, il 17 agosto. Per la lotta scudetto le favorite sono le stesse. I campioni d’Italia della Juventus sono i favoriti, ad incalzare Napoli, Inter e Roma, mentre Lazio e Milan sono meno accreditate e l’obiettivo sarà un posto in Champions League. La Juventus è stata protagonista, anzi la regina del calciomercato con il colpo che ha spiazzato tutti. Il 33enne fenomeno portoghese Cristiano Ronald ha firmato un contratto di quattro alla Juventus. È senza dubbi che l’arrivo di Ronaldo fa salire la qualità della rosa, si sale alle stelle, ma inevitabilmente ci si autocondanna a vincere. La Champions League è l’obiettivo dichiarato e il contributo per vincerla di Ronaldo sarà decisivo grazie alla sua esperienza: è lui il realizzatore più prolifico della competizione, vinta cinque volte. La “Vecchia Signora” non si è fermata a Ronaldo. Trovato l’accordo con Allegri, la Juventus si è impegnata a rafforzare la rosa con gli acquisti di Perin in porta, Emre Can, Cancelo e due gioielli dell’Atalanta Caldara e Spinazzola. A bocce forme, la Juventus ha almeno sulla carta monopolizzato il campionato.

Le avversarie si muovono, ma non possono competere a questi livelli finanziaria. Il Napoli ha chiuso l’era Sarri (passato al Chelsea) e ha affidato la squadra ad Ancelotti, un allenatore abituato al successo, per arrivare allo scudetto. Alla sua corte non sono arrivati grandi nomi, ma giovani italiani promettenti: Verdi, Meret in porta e Inglese. I grandi acquisti sono stati tenere i gioielli (a parte Jorginho) convinti dal progetto di Ancelotti. A Napoli attendono però il grande colpo per rispondere alla Juventus. Più attiva l’Inter che continua con Spalletti. Due acquisti per rinforzare la difesa De Vrij e Asamoah e il colpo grosso Nainggolan a centrocampo. In attacco non è stato ceduto nessuno e in questo reparto si punta alla scommessa argentina Lautaro Martinez. Ennesima rivoluzione al Milan. L’esperienza cinese con Yonghong Li è durata una stagione. La società è passata al Fondo Elliott che rivelato le azioni e garante finanziario di Li. Elliot si è impegnato per i prossimi tre anni e ha rivoluzionato le strutture societarie con Scaroni nuovo presidente e Leonardo direttore tecnico. Il Milan potrà giocare anche l’Europa League che il Tas ha accolto il ricorso della società. Questa decisione è il primo passo verso la ricostruzione e sarà l’indicatore per il calciomercato fin qui rimasto praticamente fermo, con la sola conferma dell’allenatore Gattuso.

Sulla sponda Roma entrambe le compagini sono state attive con le cessioni. La Roma ha venduto due importanti pedine con il portiere Allison e il centrocampista Naingollan per fare cassa. La società non è rimasta però a guardare e ha messo a disposizione del tecnico Di Francesco giocatori che possono sopperire alle partenze. In porta non c’è ancora il sostituto, se non si vuole puntare su Mirante arrivato dal Bologna), ma Santon in difesa, Pastore e Cristante a centrocampo e la promessa Kluivert in attacco sono giocatori che potranno contribuire all’obiettivo scudetto che si posta la Roma. Meno equilibrato finora il mercato della Lazio tra cessioni e acquisti. Le partenze di De Vrij e Felipe Anderson sono state compensate con l’acquisto di Acerbi in difesa e di Berisha a centrocampo. Simone Inzaghi continuerà il suo lavoro alla Lazio ripartendo più o meno dalla stessa rosa della scorsa stagione sperando in due-tre innesti che portino più qualità , sempre e solo se resteranno i giocatori di talento: Immobile e Milinkovic-Savic.

G.S.

foto: Ansa

Articolo precedente

L’estate ai piedi

Prossimo articolo

Vettel scivola sull’umido, Hamilton eredita la vittoria

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *