Turismo

Spiagge a colori: l’immacolato fascino di Whitehaven Beach

Il nostro viaggio tra le spiagge più colorate del mondo questa settimana ci porta in Australia

Viaggiando sulla scia delle preferenze cromatiche degli italiani, la settimana scorsa vi abbiamo fatto conoscere l’incantevole spiaggia verde di Papakolea Beach, nelle Hawaii, ottima scenografia per quanti identificano il senso di felicità con il verde, assecondando la relazione tra colori e stati d’animo ‘svelata’ dal portale di viaggi lastminute.com. Questa settimana è la volta del bianco, eletto colore della felicità dal 7% degli italiani. Simbolo di purezza e tipico della stagione estiva per il suo evocare freschezza e leggerezza, questa delicata tonalità rappresenta il silenzio, esprime fiducia e speranza nel futuro e indica voglia di cambiamento. Anche per gli amanti dei viaggi e del bianco abbiamo cercato le spiagge più appropriate per godersi le assolate giornate estive e dedicarsi esclusivamente al proprio relax, trasformando le vacanze in rigeneranti sedute di cromoterapia.

Perfetta sarà, tra le altre, la Whitehaven Beach, una tra le spiagge più belle del mondo, che si trova nel Queensland, sulla costa est dell’Australia, e fa parte di un arcipelago di 74 isole che appartengono alla grande barriera corallina. Una spiaggia da molti definita uno spettacolo memorabile, caratterizzata da una sabbia finissima, simile alla polvere, bianca e brillante per via dell’abbondante presenza di silice (98%) che le impedisce di trattenere il colore. Assolutamente particolare lo spettacolo regalato dall’immensa e scintillante spiaggia, mentre i suggestivi riflessi di acqua e sabbia fanno perdere la reale cognizione del luogo: un vero angolo di paradiso dove fare il bagno tra mante e miriadi di piccoli pesci che nuotano nelle acque cristalline.

Gli amanti del mare e dei paesaggi incontaminati amano raggiungere Whitehaven Beach, riconosciuta e premiata come una delle 10 spiagge più belle al mondo, con un’escursione in barca, approfittando del tragitto per godersi il paesaggio circostante ancor prima di arrivare sull’isola.

Ma è anche possibile giungere a destinazione con un breve passaggio aereo, in elicottero o idrovolante. Una volta sbarcati sull’isola ad attendere i turisti ben 7 chilometri di pura sabbia corallina, bianca come la neve, che solo con il suo riflesso riesce ad abbronzare. Quando è bassa marea la spiaggia con il suo bianco abbagliante si estende per una larghezza di centinaia di metri, mentre quando inizia l’alta marea il mare inizia a sommergere tratti di spiaggia, dando vita ad uno scenario naturale in cui le sfumature di bianco, verde ed azzurro si susseguono mutando continuamente forma. La sabbia di Whitehaven è stata trasportata dalle correnti milioni di anni fa ed è così sottile e pura che viene usata per le lenti dei telescopi. Sotto ai piedi regala un’incredibile sensazione di benessere ed essendo così particolare rimane sempre fresca, anche quando il sole splende alto nel cielo.

Andando avanti nell’escursione e raggiungendo a Hill Inlet, nella parte settentrionale di Whitehaven, è possibile osservare un sistema fluviale interno, con le acque che scorrono tra ampie distese di sabbia bianca. Per tutti i viaggiatori che associano l’idea della felicità al bianco una vacanza a Whitehaven Beach è l’occasione perfetta per godere di uno spettacolo senza paragoni e vivere giorni davvero speciali. E se l’Australia è troppo lontana, niente paura: la prossima settimana vi guideremo per le bianche spiagge più belle d’Italia.

[email protected]

Articolo precedente

Siamo sempre meno intelligenti?

Prossimo articolo

Gelati

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *