Esteri

Terrore e morte in Afghanistan

Ambulanza bomba fa strage a Kabul

Sono oltre 100 i morti e almeno 235 i feriti nell’attentato kamikaze sferrato lo scorso sabato in centro a Kabul, dove un militante dei Talebani si è schiantato contro la polizia alla guida di un’ambulanza imbottita di esplosivo. Si tratta dell’ultimo bilancio ufficiale fornito dal portavoce del ministero della Sanità afghano, Wahid Majrooh. Il portavoce dei Talebani Zabihullah Mujahid ha rivendicato l’attentato.

Quello di sabato è il più grave attentato a Kabul da mesi. L’elevato numero di feriti ha causato una vera e propria emergenza negli ospedali della capitale afghana, alcuni dei quali si sono trovati costretti a rifiutare pazienti come riporta Tolo News. I feriti sono quindi stati trasferiti in altri ospedali. Il bilancio delle vittime rischia di aumentare ulteriormente, riferiscono fonti ufficiali.

Nasrat Rahimi, vice portavoce del ministero dell’Interno, ha spiegato che l’attentatore kamikaze ha guidato l’ambulanza contro uomini della polizia, che stavano portando un paziente all’ospedale di Jamhoriat. Proprio perché guidava un’ambulanza, l’aggressore è riuscito a superare un primo posto di blocco. La strage è avvenuta vicino al vecchio edificio del ministero degli Interni, ha spiegato Rahimi.

Il ‘chief executive’ dell’Afghanistan Abdullah Abdullah ha condannato l’attentato sferrato dai Talebani in centro a Kabul, parlando di ”crimine di guerra odioso, disumano e atroce”. Tramite il suo account ufficiale di Twitter, Abdullah ha anche chiesto alla comunità internazionale di ”prendere ulteriori provvedimenti” contro il ”terrorismo sostenuto dallo Stato”.

Secondo quanto denuncia Emergency almeno 50 persone ferite sono state portate all’ospedale dell’organizzazione non governativa. “È un massacro”, ha twittato Dejan Panic, coordinatore di Emergency in #Afghanistan.

Attacco contro base militare

È salito ad almeno 11 soldati uccisi e 16 feriti il bilancio dell’attacco a Kabul, rivendicato dal sedicente Stato islamico (Is), contro una base dell’esercito afghano situata nei pressi di un’accademia militare nella zona ovest della capitale lo scorso lunedì. Lo ha riferito l’emittente Bbc, citando il portavoce del ministero della Difesa afghano, Dawlat Waiziri.

Secondo il portavoce, l’assalto è stato eseguito da un commando formato da cinque persone: quattro di loro hanno perso la vita nell’attacco, durato circa cinque ore, mentre il quinto è stato arrestato. Waiziri ha spiegato che due kamikaze si sarebbero fatti saltare in aria.

In una dichiarazione inviata per posta elettronica, Waziri ha smentito le precedenti notizie che parlavano di un attacco alla vicina accademia militare Marshal Fahim. Un giubbotto per un attacco kamikaze, quattro Kalashnikov e un lanciarazzi sono stati sequestrati dai militanti, ha aggiunto Waziri.

Un altro attentato solo qualche giorno prima

Il sedicente Stato Islamico ha rivendicato l’attentato sferrato solo qualche giorno prima di quello a Kabul contro la sede di Save the Children a Jalalabad, in Afghanistan, quando un attentatore suicida si è fatto saltare in aria davanti all’edificio. Attraverso l’organo di propaganda jihadista Amaq, l’Isis ha diffuso un comunicato nel quale si afferma che ”tre martiri hanno preso parte all’attacco contro fondazioni britanniche e svedesi e contro istituzioni governative afghane”. Il bilancio ancora provvisorio dell’attacco è di almeno sette morti e oltre 25 feriti.

Adnkronos

foto:  Ansa

Articolo precedente

Elezioni: uno sguardo alle liste

Prossimo articolo

Un’Europa più forte, Trump più mite sull’America first

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *