Piccolo Schermo

‘Var condicio’, la moviola elettorale

Al via su La7 il programma di approfondimento quotidiano condotto da Marco Fratini

Proprio in concomitanza con l’ultimo mese di campagna elettorale è partito il nuovo programma di La7, ‘Var Condicio’, che “metterà la politica alla prova della moviola”, come ha spiegato il direttore del TgLa7, Enrico Mentana, che coordina la striscia quotidiana del programma e condurrà il rush finale, il 2 marzo, per la chiusura della campagna elettorale. Immancabile poi, la maratona di ‘Mitraglia Mentana’: “Sarà una maratona elettorale delicatissima perché esordisce un nuovo sistema elettorale, ma noi saremo adeguatamente equipaggiati tra sondaggi e risultati reali. Siamo motivatissimi e carichi di idee”, ha dichiarato il giornalista.

Il programma, in onda tutti i giorni alle 19.15, è condotto dal capo della redazione economica, Marco Fratini, e farà le pulci alle dichiarazioni dei politici con l’intento di cogliere falli, inesattezze, contraddizioni, corbellerie ed eventuali bugie nella campagna elettorale. “Cercheremo di capire se le promesse dei politici saranno suffragate dalle giuste coperture. Ma anche se ci saranno affermazioni che, al contrario, saranno esatte (…).

Il nostro compito sarà quello di provare a rompere le scatole”, ha scherzato il direttore del tg. Non è prevista la partecipazione dei politici al programma, mentre saranno in studio diversi ‘arbitri’, ovvero esperti degli argomenti trattati giorno per giorno, che verificheranno puntigliosamente le affermazioni e le promesse dei candidati alle elezioni del 4 marzo. I politici beccati in fallo, per continuare con la metafora calcistica, potranno comunque replicare, ma solo il giorno dopo e non dallo studio del programma. “Questa campagna elettorale rischia di essere monocorde. Difficilmente i leader accetteranno confronti, perché nessuno vuole essere messo in discussione. Vogliamo quindi fare la moviola per verificare eventuali inesattezze, senza fare i maestrini. E’ un lavoro al servizio del cittadino elettore e della buona informazione. E’ ovvio che bisognerà rispettare la par condicio per evitare le sanzioni di Agcom”, ha chiarito Mentana.

“Vivremo le elezioni un po’ come un campionato di calcio con questo nuovo programma, cui si aggiungono degli speciali mirati, che si concluderanno con la maratona finale la notte del 4 marzo: una staffetta informativa che andrà dalle 20,30, con Massimo Giletti e il suo “Non è l’Arena” alle 11 del mattino seguente”, ha affermato Andrea Salerno, direttore di rete di La7. L’attenzione sulla materia porterà a stravolgere il palinsesto della rete nella settimana prima delle elezioni: ‘Bersaglio mobile’ andrà in onda mercoledì 28, un nuovo speciale di Mentana venerdì 2 marzo, mentre il 4 marzo sarà in onda il programma di Massimo Giletti fino alle 22.30, cui seguirà la più lunga maratona della storia di La7 fino al tg delle 20 del giorno dopo. La serata del 5 proseguirà con il programma di Lilli Gruber e poi con l’ironia sui risultati di ‘Propaganda’, in prima serata. “La tv resta centrale nella campagna elettorale. Conta molto più del web, che funziona spesso con il meccanismo delle echo chambers. Non sottovaluterei il peso della radio, canale verso il quale si stanno indirizzando molto i politici”, ha concluso Mentana.

[email protected]

foto: Ansa

Articolo precedente

Black Panther

Prossimo articolo

Acqua più sicura in tutta Europa

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *