Musica

Sanremo 2018

Il nuovo album di inediti uscirà il 9 febbraio e conterrà anche il brano sanremese

Il Festival di Sanremo 2018 si è chiuso sabato scorso dopo cinque serate ottenendo un grande successo televisivo. Sanremo è il più famoso concorso italiano di musica, e quest’anno è arrivato alla sua 68a edizione. 

In finale Claudio Baglioni non ha però superato il suo precedessore Carlo Conti. Sabato sera sono stati 12 milioni e 125mila i telespettatori per Raiuno, pari al 58,3% di share. Lo scorso anno la finale aveva totalizzato una media di spettatori leggermente inferiori (12 milioni e 22mila spettatori) ma uno share leggermente superiore (58,41%). Resta però lontano il record assoluto degli Anni Duemila: l’edizione 2002 condotta da Pippo Baudo con Manuela Arcuri e Vittoria Belvedere fece il pieno con uno share del 62,66%.

I conduttori del Festival, il cantautore Claudio Baglioni, la conduttrice Michelle Hunziker e l’attore Pierfrancesco Favino sono riusciti, nonostante qualche critica iniziale, a dare il meglio di loro per una degna conduzione. Alla fine la canzone sospesa per un presunto caso di auto plagio ha trionfato. “Non mi avete fatto niente” era il testo più impegnato delle canzoni in gara e batte Stato Sociale e Annalisa. La serata più attesa, oltre quella della finale, è stata la serata del venerdì, dove tutti e 20 i concorrenti della categoria «Campioni» sono saliti sul palco per cantare la propria canzone inedita insieme ad altri ospiti. Il giovane Ultimo vince il primo premio nella categoria Nuove Proposte. Sul podio lui, Mirkoeilcane e Mudimbi. Premio della critica “Mia Martini” a Mirkoeilcane, secondo Utimo e terzo Mudimbi.

La giuria della sala stampa Lucio Dalla ha premiato invece Alice Caioli. Ultimo vince anche il premio “Sanremo Giovani”. E mentre il pubblico televisivo premia il Festival con gli ascolti, dai social arrivano critiche e commenti negativi. A scattare la fotografia dei social del Festival di Sanremo 2018 è IBM Watson che dall’analisi di oltre 400mila documenti relativi alla prima serata traccia un quadro non proprio roseo: emergono un buon numero di critiche e commenti negativi, circa il 35% rispetto al totale delle conversazioni in rete.

Nel mondo dei social i campioni di cui si discute e si parla di più sono Ermal Meta e Fabrizio Moro, Annalisa e The Kolors. Mentre tra i favoriti risultano Ermal Meta e Fabrizio Moro, The Kolors e si aggiunge Lo Stato Sociale. Per quanto riguarda il look la più elegante per il popolo dei social è Annalisa, seguita da The Kolors e Max Gazzè, con anche tante critiche espresse sui diversi partecipanti. Tra i presentatori Michelle Hunziker sbaraglia tutti e si conferma, già dalla prima serata, reginetta del Festival. Mentre tra gli ospiti è senza dubbi Fiorello che raccoglie il maggior gradimento. La prima superospite della finale del festival di Sanremo è stata Laura Pausini, guarita dalla laringite che l’aveva costretta al forfait la prima sera, quando era intervenuta al telefono durante la performance di Fiorello. Lo scambio di ruoli, lei è sul palco, lo showman è al telefono. “Laura sei perfetta, Claudio sei perfetto, l’unica cosa che stona è il rossonero”, scherza l’interista Fiorello.

Fa i complimenti a Baglioni per il successo del festival: “Mi viene da pensare a chi l’anno prossimo deve condurre Sanremo: gira voce che la Rai abbia già contattato il Papa e Melania Trump”. Certo, alla fine si è trattato di un lungo Claudio Baglioni & Friends: ma perché lamentarsi se poi ha così funzionato? Il problema semmai è che ad averlo saputo prima che per fare Sanremo bastava un concerto di Baglioni… Ironia a parte, deve essere stata una sorpresa anche per lui. Per lui, che inizialmente si era riservato unicamente il ruolo di “dittatore artistico” e spalla con la chitarra, lasciando la conduzione sul palco a Favino e Hunziker. Ma poi, deve averci preso gusto, cominciando a sciogliersi e a concedersi al pubblico sempre di più, divertendosi come forse non gli capitava dai bei tempi televisivi di Anima mia.

Bruno Indelicato

foto: Ansa

Articolo precedente

Il profilo dei giocatori patologici

Prossimo articolo

Il miglior Paese del mondo? La Svizzera!

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *